Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

”Una giornata lunga ma proficua”, così l’ha definita al termine il presidente FITW Franco Ferraresi. Il riferimento è al Consiglio Federale svolto sabato 18 gennaio a Milano presso il Palazzo del Coni regionale, scattato alle 10,30 e concluso alle 17. Molti i temi affrontati, come sottolinea lo stesso Presidente: “Dopo aver ratificato i provvedimenti del DTN, sono state ratificate le nuove asd affiliate. È stata quindi approvata la convenzione con CNS Libertas che permetterà importanti e favorevoli interazioni tra la federazione e questo ente di promozione sportiva, in particolare per gli aspetti assicurativi e la consulenza e assistenza fiscale per le asd affiliate. Fondamentale per lo sviluppo del movimento, in termini di promozione e numeri, la decisione di dare concreta apertura al cheerleading  e la conseguente  convenzione con Fisac, la federazione sport acrobatici con la quale si potranno tessere utili collaborazioni. Questo passaggio, storico ma legittimato dalle norme statutarie, permetterà al cheerleading di avere un percorso federale”. La parola d’ordine, ancora una volta ribadita, è uniformare le azioni, sia a livello centrale che periferico: “Altro provvedimento di tangibile segnale al processo di cambiamento è la decisione di uniformare e omologare i comitati regionali sia sotto l'aspetto gestionale/finanziario che comunicativo. Il Consiglio Federale – ha proseguito Ferraresi - ha ribadito che i comitati regionali sono enti territoriali della federazione e devono agire e operare solo su suoi specifici indirizzi”. Tema delicato e molto sentito dal Presidente e dai Consiglieri, quello della formazione: “Di notevole importanza anche il piano dedicato a tale aspetto – conferma il Presidente - da attuarsi su scala nazionale con una regia federale improntata soprattutto alla “costruzione” di formatori certificati e all'organizzazione di stage da realizzare con un format preciso”. Durante il Consiglio Federale il Presidente ha convocato il tesserato Ivano Lucchetti per comunicare alla presenza dell'intero consesso la concessione allo stesso della grazia. Pertanto, con questo provvedimento, Lucchetti vede estinguersi la pena comminata e rientra a tutti gli effetti in Fitw. Tra le note di colore anche la consegna, a Ivano Lucchetti, di un bastone personalizzato e realizzato dall’azienda “Effetto Twirling” con tanto di scritta “Bentornato Ivano Lucchetti”: “Una situazione – conclude Franco Ferraresi – che necessitava di trovare un riequilibrio poiché dalle testimonianza ricevute e dal riesame degli atti la pena assegnata di cui sopra (24 mesi n.d.r.) risultava eccessiva”. “Una giornata speciale – sottolinea Ivano Lucchetti – vissuta con tanto trasporto ed emozione. Sono rientrato nella grande famiglia del twirling e assicuro la massima disponibilità nei confronti del nuovo Presidente del Nuovo Consiglio, per quanto potrò fare e dare in ragione di un’esperienza di settore circa trentennale. Ho trovato un gruppo compatto e motivato, con grandi propositi. Sono sicuro che il nostro movimento ne trarrà giovamento. Se tornassi indietro rifarei quanto fatto ma con altri modi. La gestione del denaro altrui deve rispettare il principio del “buon padre di famiglia”, quello che ho sempre applicato nella mia quotidianità. Toccante la consegna del bastone, a suggello di una giornata, come detto, speciale. Non me lo aspettavo e sono grato per questo a tutti”.

Foto Consiglio Federale 18 Gennaio 2014

photo photo_1 photo_2